VALNERINA DI STORIA E PAESAGGI

Periodo: settembre 2020 – dicembre 2020

Località: Umbria

Prezzo: da 305 €

Mezzi propri

Ferentillo – Abbazia di San Pietro in Valle – Vallo di Nera –

Codice: TDN1   

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (2 PERSONE): € 425,00

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (4 PERSONE): € 305,00   ( Ponti e Festività quote su richiesta)

Quota soggetta a disponibilità limitata da riconfermare all’atto della richiesta di prenotazione.

POSSIBILE UPGRADE SU RICHIESTA: PACCHETTO PASTI: 1 pranzo a Scheggino (Giorno con menu a base di tartufo + 1 pranzo a Narni (giorno 4)

LA QUOTA INCLUDE:

  • 3 Pernottamenti in camera matrimoniale/appartamento con colazione inclusa agriturismo nei pressi di Ferentillo
  • 3 Servizi di guida privata di mezza giornata come da programma
  • 2 cene ad Arrone/Ferentillo

LA QUOTA NON INCLUDE:

  • Pasti ove non menzionati nel programma
  • Quota gestione pratica €10 comprensiva ass.ne sanitaria e annullamento base
  • Ingresso al Museo delle Mummie
  • Ingresso al Museo della Canapa
  • Ingresso al Parco della città di Carsulae
  • Ingresso alla Narni Sotterranea
  • Trasferimenti
  • Mance ,Extra di carattere personale

Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota include”

Su richiesta integrazione assicurazione sanitaria e annullamento copertura Covid 19

PROGRAMMA DI VIAGGIO
Giorno 1: Arrivo e sistemazione in struttura vicino Ferentillo. Nel pomeriggio, una visita guidata (2hcirca) porterà alla scoperta del centro storico di Ferentillo, della Rocca di Precetto, la Mattarella e la Pieve di Santa Maria. Si visiterà anche la Cripta delle Mummie, luogo in cui a partire dal XVI sec. in poi vennero inumati tutti i defunti del Borgo di Precetto. La cripta presenta ancora oggi elementi architettonici ed artistici risalenti alla fase della chiesa medievale del XIII sec. Al termine della visita, è possibile spostarsi in direzione di Monterivoso, un tempo passaggio obbligatorio per tutti i viandanti che attraversavano il confine tra Regno di Napoli e Stato della Chiesa. Qui si trova la chiesa di Sant’Antonio* del XV secolo e recentemente restaurata. Proseguendo verso Castellone Basso o Castellonbasso, si incontra l’antica sorgente dell’Acqua della Serpa, dove oggi è stato allestito un piccolo parco attrezzato per pic-nic e dove è possibile rigenerarsi ancora con l’acqua sorgiva. Raggiungendo poi Castellonalto, fuori dall’abitato, posta su una collinetta si trova la Chiesa di San Giovanni Evangelista*,sulla cuifacciata a capanna è scolpito lo stemma del Capitolo Lateranense. Cena e pernottamento.   (*si prega di notare che i siti sono visitabili in esterno, in quanto gli interni sono spesso interdetti al pubblico).
 
Giorno 2: Colazione e trasferimento alla vicina Abbazia di San Pietro in Valle* per incontrare la guida (2h circa) che condurrà la visita presso il complesso che si attesta come uno dei più antichi dell’Umbria. Le pareti della navata, affrescate alla fine del sec. XII con scene tratte dall’Antico e dal Nuovo Testamento, costituiscono una delle più importanti espressioni d’arte romanica dell’Italia centrale. Pranzo libero e pomeriggio a disposizione per esplorare i dintorni e spostarsi e raggiungere ad esempio Arrone anche a piedi, percorrendo il percorso di pista ciclabile che attraversa la Valnerina. Cena presso ristorante locale nella zona di Arrone con menu a base di piatti tipici.  
 
Giorno 3: Colazione partenza in direzione di Vallo di Nera per l’incontro con la guida (2h circa), per una visita guidata che condurrà alla scoperta dei luoghi sacri del posto come la Chiesa di Santa Maria*, la cui presenza è attestata già nel 12° secolo e successivamente ingrandita dai francescani, o San Giovanni Battista*, che domina il castello dal punto più alto del colle. Scendendo lungo la strada provinciale, si incontra la Madonna della Neve*, chiamata anche “Immagine delle Forche”, risalente alla seconda metà del XV secolo. Passando per Sant’Anatolia di Narco, si potrà proseguire lungo la strada per Caso sarà possibile fermarsi a visitare in apertura esclusiva, la chiesa di Santa Maria delle Grazie, costruita agli inizi del Cinquecento, e contenente un dipinto che evocava il ricordo di un prodigio: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. Al termine della visita, tempo a disposizione per il pranzo, e per visitare il Museo della Canapa o spostarsi verso Scheggino. Il centro è famoso per il Museo del Tartufo “Paolo Urbani” dove è anche possibile acquistare prodotti dell’azienda.   Nel pomeriggio a disposizione, è possibile proseguire alla scoperta di Monteleone di Spoleto, bellissimo borgo medioevale della Valnerina, a 978 metri sul livello del mare. Molti sono poi i resti storici conservati perfettamente, come le mura di cinta, le porte di accesso, le torri e le finestre medioevali;  degna di nota è sicuramente anche la Torre dell’orologio. In alternativa ci si può spostare verso Cerreto di Spoletoper godere deimeravigliosi panorami che il borgo offre sulla vallata circostante. Lungo il percorso è possibile dedicare una tappa successiva a Ponte dove è situata la Pieve di S. Maria*, posta ai piedi dell’imponente sperone roccioso che sovrasta il borgo, costruita intorno al 1210 su una chiesa risalente al periodo della dominazione longobarda, rappresentava il centro spirituale degli abitanti del territorio. È possibile percorrere a piedi lungo Via della Rocca e godere del meraviglioso panorama sulla valle circostante, attraversando archi e porte di quella strada che una volta conduceva alla rocca, sita sulla sommità del colle. Cena libera. Pernottamento   *verificare aperture al pubblico  
 
Giorno 4: Check-out e giornata a disposizione da poter dedicare alla visita del Parco Archeologicodella città di Carsulae, a pochi chilometri da Terni, costruita lungo uno dei due tracciati della Via Flaminia, o raggiungere Narni, l’antica città Romana di Narnia, dove è possibile anche visitare la Narni sotterranea. Fine dei servizi.   
 
Scroll to top